Registro di Anagrafe condominiale




    Gentile Condomino, l’articolo 1130 c.c., della legge n°. 220/12 di riforma del Condominio, entrata in vigore il 18 giugno 2013, impone all’amministratore di tenere un apposito registro di “anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza”. La normativa prevede espressamente che: decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta risposta, l’amministratore acquisisca le informazioni necessarie direttamente presso i pubblici registri, addebitandone il costo ai condòmini inadempienti. E’ inoltre fatto obbligo al proprietario di comunicare ogni eventuale variazione dei dati forniti entro e non oltre sessanta giorni. In caso di mancata comunicazione l’amministratore provvederà a recuperare i dati con spese a carico del proprietario come previsto dall’art. 10, comma 1.6, della legge 220/2012. Per agevolare la Sua comunicazione, obbligatoria per legge, si è predisposta una scheda anagrafica compilabile via web. Cliccando sul file sotto riportato verrà indirizzato al modulo che dovrà compilare sotto la sua personale responsabilità, ed inviare come allegato, tramite posta elettronica, all’indirizzo: amministrazione@zetastudio.it



  1. Modulo anagrafe condominiale